Nave Terni, ex Azrou

Cartolina storica nave "Terni" ex Azrou

Cartolina storica nave "Terni" ex Azrou

 

La nave Terni era un mercantile della Regia Marina. Prima di appartenere all’Italia era appartenuta alla “Compagnia de Navigation Paquet” di Marsiglia e il suo nome originario era “Azrou”. Venne affondata, il 16 giugno del 1943, ad opera del sommergibile britannico chiamato “HMS Unison”. Adesso giace su un fondale misto di sabbia e fango a circa 40m di profondità, in localita S.M. La Scala (CT) .

La nave è poggiata sulla coperta, quindi non sono più visibili le strutture del ponte di comando in quanto collassate sotto il peso del mercantile. L’esplosione del siluro ha squarciato la chiglia e quasi per metà della lunghezza della nave la chiglia capovolta forma una sorta di galleria con ancora visibili le ordinate metalliche.

 

.

Squarcio fiancata sinistra

.

Stiva e ordinate visibili in alto

.

Interni della stiva

La penetrazione è sconsigliata per via della struttura resa fatiscente dall’inclemenza del tempo. La zona più scenografica di questo relitto è senz’altro la grande elica quadripala ancora montata sul suo asse.

La grande elica quadripala

..

Elica

Il timone è divelto e giace sul fondo qualche metro più in là. Anche la prua ha il suo fascino, perché è rimasta pressoché integra, nonostante le altre strutture siano ormai collassate.  Il tagliamare è rivolto verso la superficie ed è visibile la catena filata dall’occhio di cubìa.

Prua

..

Murata di destra collassata

.

Tagliamare

.

Tagliamare.

Giunti a prua l’immersione continua sulla parete verticale di fronte al relitto che permette di trascorrere i minuti dell’eventuale deco senza annoiarsi per via delle innumerevoli forme di vita presenti.